Fondazione Angelo D'Arrigo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

IN VOLO SENZA CONFINI

E-mail Stampa PDF

Presentazione del libro "In volo senza confini" di Laura Mancuso. A Catania, Roma e Milano

Presentazioni del libro "In volo senza confini"
Una storia d'amore di volo e di condor - di Laura Mancuso

CATANIA
Giovedì 14 maggio alle ore 18.00
Università di Catania - Monastero dei Benedettini - Sala Coro di notte
Piazza Dante, 32
Con l'autrice, ne parlano: Salvo La Rosa, Fiorenzo Galli, Luciano Granozzi, Giuseppe Lazzaro Danzuso, Antonio Recca e Elvira Seminara.

ROMA
Lunedì 18 maggio alle ore 17.30 Archivio Centrale dello Stato
Piazzale degli Archivi, 27 - Eur

Con l'autrice, ne parlano: Piero Angela, Maria Fede Caproni, Roberto Giacobbo e il Generale Vincenzo Parma.
In apertura: saluti di Aldo Ricci e Luigi Romiti.
Mariella Lo Giudice leggerà alcuni brani del libro.

MILANO
Domenica 24 maggio ore 18.30
Museo nazionale della scienza e della teconologia
Via San Vittore, 21 - Auditorium
Con l’autrice, intervengono: Alessandro Cannavò - Giornalista del Corriere della Sera e Fiorenzo Galli - Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Modera: Carlo Romanelli - Presidente Net Working
Simona Atzori danzerà la coreografia “Amen” di Paolo Londi e
Gianfelice Facchetti leggerà alcuni brani del libro.


«Al di là della suggestione del racconto, questo stupendo libro è un atto di coraggio e il canto di una donna alla forza della vita. Nella lettera al suo uomo, che chiude il volume, Laura dice: “Angelo, in te non vedo il passato, ma il futuro che sgorga dalla tua vita”.»
Candido Cannavò
Una donna coraggiosa, un sogno, e un amore che continua al di là del tempo. Laura Mancuso è la moglie di Angelo D’Arrigo, il campione che ha sorvolato l’Everest in deltaplano e che ha insegnato agli uccelli migratori le rotte che a causa dell’uomo avevano dimenticato.

«Questo è il libro che non avrei voluto mai scrivere. Una storia, la mia storia, di un’esperienza che non avrei mai voluto vivere. Ma è anche il racconto della mia esistenza. Un racconto di successi e di mal di montagna, di passione e di amarezza. Un arcobaleno di emozioni tra le risate e il vento. Ansie e fatiche nel sole cocente del deserto o al freddo pungente dell’Himalaya. Una storia di amore e di coraggio. Di pianti e di onde bianche dell’oceano. Di notti gelide riscaldate dal fuoco e dall’amore. Di mattine finte rischiarate dalle torce frontali. Di amicizia e di rispetto. Di aquile, gru, falchi, poiane, albatros e condor. Poca quiete ma, come diceva Angelo, ‘per riposarsi c’è sempre tempo’.» Laura Mancuso è la moglie di Angelo D’Arrigo, l’uomo che ha insegnato a volare agli uccelli. È stata la sua compagna di vita e di avventure. Al suo fianco in ogni impresa, in ogni rischio, in ogni successo o delusione. Alla sua morte ha deciso di portare a compimento i suoi sogni e, superando ogni difficoltà burocratica, emotiva e organizzativa, ha riportato a casa Maya e Inca, i due splendidi condor che Angelo voleva reintrodurre nei cieli delle Ande. Un libro intenso, duro, coraggioso, grondante di amore e di fierezza. Perché Laura è rimasta da sola a vivere una vita per due.

Laura Mancuso è nata a Catania il 1˚ maggio 1965. Laureata in Scienze Politiche, ha lavorato nell’mbito del marketing per alcuni anni. Sposata con Angelo D’rrigo, da cui ha avuto due figli, ne condivide la passione per il volo e abbandona la sua professione per dedicarsi al centro sportivo internazionale No Limits Etna Center e alla promozione e organizzazione delle imprese scientifiche e sportive del marito. Alla morte di Angelo ha istituito una Fondazione a lui intitolata, con lo scopo di portare avanti progetti di solidarietà verso i popoli più bisognosi. Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni e conferenze, tra cui il Convegno sugli Stati Generali dell’viazione, a Roma, il Festival della Scienza a Caltanissetta e un Convegno sull’ntropia, a Berlino. Sportiva e titolare di brevetti di volo libero e volo a motore, è socia onoraria dell’ssociazione internazionale Donne dell’ria ed è stata Event Director dei Campionati mondiali di volo del 2008. Quando non è in giro per il mondo risiede in Sicilia con i figli Gabriele e Ivan.
You are here: